I^ Castelmagnofest a Pradleves

17/09/2012
I^ Castelmagnofest a Pradleves

  

Il successo della prima CastelmagnoFest di Pradleves decretato da 5 mila persone

Presentato da Edoardo Raspelli il “panino castigato”

Oltre cinquemila persone, con il clou ieri pomeriggio, alla prima edizione della CastelmagnoFest a Pradleves (sabato 15 e domenica 16) che ha visto la val Grana invasa da turisti.

Tanti gli elementi di appetibilità nel programma che ha fatto perno sulla gastronomia, sul Castelmagno, ma ha dato spazio anche alle altre eccellenze, riunite nel “villaggio del gusto”. Dal riso della Confagricoltura di Vercelli (con Ente Risi e Promoriso), al barolo dell’Enoteca regionale, alle degustazioni di prodotti tipici della Sicilia , ospite d’onore in questa edizione che ha sancito il gemellaggio gastronomico promosso dalle rispettive regioni come ha sottolineato l’assessore all’Agricoltura Claudio Sacchetto.Tra i momenti più significativi, la presentazione nazionale del “panino castigato” a cui ha fatto da padrino il testimonial ufficiale della manifestazione, Edoardo Raspelli. Si tratta di una creazione dello chef Claudio Poppa” del ristorante “Sapori in movimento” di Savigliano, composto dall’oca di Cascina Peschiera e dal pane fatto con la farina Petra del Mulino Quaglia.

Buona adesione ai corsi di cucina organizzati nell’ambito della festa in onore del Castelmagno, come all’accesso (guidato dal geologo Enrico Collo) nel  planetario astronomico e  ai momenti sportivi, tra cui la Chrono test,  da Pradleves al monumento di Pantani al colle Fauniera. Apprezzato dal pubblico, il fuoriprogramma al Palaghiacchio dell’esibizione di una giovane regina della “burlesque” e di danza del ventre, la ventunenne Francesca Cavallotti che ha preceduto il gran finale della rassegna, lo strepitoso concerto dei Lou Dalfin. La band ha “suonato in casa”, coinvolgendo nei balli occitani, il numerosissimo pubblico presente. La sera prima un altro apprezzato concerto, quello di Sonia De Castelli.

Soddisfatti i promotori della manifestazione: il Consorzio di tutela del Castelmagno, insieme ad AssoPiemonte Dop&Ipg , l’Ima Piemonte ( Istituto di Marketing agroalimentare) con il sostegno economico erogato dal Programma di Sviluppo Rurale della Regione (misura 133).Il progetto e l’organizzazione sono stati a cura della Peraria, azienda di Villafalletto, leader di gonfiabili pubblicitari ed eventi, molto lodata per la riuscita dell’evento.